MONTEGALDA

UN TESORO TRA I COLLI, DIFESO DA UN CASTELLO

Montegalda fu chiamata in antico Mons Gaudii, Monte da godere e d’allegrezza, e questo spiega perchè diversi personaggi illustri, come Antonio Fogazzaro, decisero di viverci.

A cavallo tra le terre di Vicenza e di Padova adagiato ai piedi di un basso gruppo collinare isolato dai Colli Euganei e dai Berici, Montegalda è un piccolo paese tra ville e boschi, scrigno di tesori architettonici e naturali.

Tra mistero e tradizione Montegalda accoglie sette colli e sette chiese, ma il vero simbolo del paese rimane Villa Grimani-Marcello-Sorlini, il castello medioevale di Montegalda che fu al centro di tante drammatiche contese e che si trova nominato fin dal 1176.

Montegalda richiama anche i gusti genuini della tavola. L’agricoltura è specializzata soprattutto nella coltivazione di vigneti per vini classici.

Per maggiori informazioni clicca qui.